Porte automatiche, ecco come valutare le principali caratteristiche

Porte automatiche casa

Quando si parla di porte automatiche, si fa inevitabilmente riferimento ad un tipo di porte davvero speciale. Infatti, si tratta di porte che non hanno bisogno di un alto livello di sollecitazione fisica per potersi aprire. In pratica, non serve che nessuno le spinga, dal momento che si aprono grazie ad un dispositivo di rilevamento della presenza di una persona, garantendone in questo modo il passaggio.

Le porte automatiche si caratterizzano per poter contare su una tecnologia che prevede una fotocellula, ovvero uno strumento che consente proprio il rilevamento di cui abbiamo appena parlato. È proprio la fotocellula a trasmettere il comando di apertura verso la porta.

Come si può facilmente intuire, si tratta di porte che hanno sempre un impatto di tutto rispetto dal punto di vista estetico, con un fascino innegabile dal punto di vista tecnologico e pratico. Al tempo stesso, però, si tratta di porte piuttosto particolari e anche delicate. Non è un caso, però, che si ritrovino spesso all’interno di case e strutture particolarmente lussuose o super tecnologiche.

Da pochi decenni questo tipo di porte ha fatto capolino sul mercato. Non è certo un caso che tutte le strutture che sono dotate di porte automatiche vengano considerate all’avanguardia. La resa estetica, e anche visiva per quanto riguarda le persone che fanno il loro ingresso all’interno della struttura, è di tutto rispetto.

In alcuni ambienti, le porte automatiche rappresentano una soluzione fondamentale, dal momento che comportano numerosi vantaggi. Ad esempio, per la loro installazione serve uno spazio decisamente più circoscritto in confronto a quello di cui hanno bisogno tutte quelle tipologie di porte non automatizzate, anche se chiaramente tutto è legato alle caratteristiche del singolo modello.

Ogni tipologia di porta può essere personalizzato e di conseguenza anche reso automatico, a partire da quei modelli che vanno aperti verso l’interno oppure i modelli a scrigno, quelli a scorrimento interno oppure quelle porte che presentano uno scorrimento esterno rispetto alla parete. Nella maggior parte dei casi, le porte che vengono automatizzate sono quelle scorrevoli, dal momento che la lavorazione che serve per renderle automatiche è molto meno complessa.

Non solo, visto che le porte automatizzate si caratterizzano anche per offrire un alto livello di praticità, visto che si può passare anche nel momento in cui si hanno le mani impegnate, come ad esempio quando si hanno delle valigie, oppure si torna dal supermercato e si stanno portando numerosi sacchetti della spesa.