Porte blindate, siete indecisi? Ecco un’ottima guida all’acquisto

porte blindate

Dovete acquistare delle porte blindate, ma non avete la minima idea di come orientarvi nella scelta? Allora ecco qualche buon suggerimento. Innanzitutto, è bene tenere in considerazione come la porta d’ingresso sia la prima protezione per poter garantire adeguata protezione alla propria casa rispetto ai ladri e ad altri malintenzionati.

I fattori che condizionano l’acquisto di porte blindate

Ecco spiegato il motivo per cui l’installazione di porte blindate viene sempre suggerita: una protezione antieffrazione notevolmente maggiore rispetto ad ogni altra porta di ingresso. Nella maggior parte dei casi questo tipo di porta viene creata in acciaio: di solito, quindi, l’anta viene formata da delle lamiere in acciaio, collegata al telaio tramite delle cerniere saldate.

La classe di resistenza

Tra gli elementi a cui è necessario prestare attenzione prima di acquistare una porta blindata troviamo senz’altro la classe di resistenza. Ce ne sono bei (chiamate RC o WK) e significa proprio il livello che viene opposto da parte della porta piuttosto che di una finestra alle prove di scasso che vengono fatte da un malvivente.

Da RC1 in avanti

Bisogna considerare come la prima classe, ovvero RC1, si caratterizza per garantire una protezione veramente basica nei confronti dei più diffusi sistemi di scasso, che presuppongono più che altro la forza fisica e non tanto gli attrezzi per aprire violentemente le chiusure.

Che uso ne farete?

È chiaro che prima dell’acquisto, bisogna capire anche l’uso che verrà fatto della porta blindata. Serve per custodire dei luoghi sensibili o per la sicurezza domestica? Rispondendo a questa domanda si potrà avere una prima indicazione circa la classe di resistenza più adatta per il caso concreto. Nella maggior parte dei casi, per una destinazione residenziale, vengono consigliate le classi di resistenza dalla 2 alla 4.

Atto di edilizia libera, non c’è bisogno di autorizzazioni

Sostituire la vecchia porta di casa con una delle porte blindate di cui stiamo parlando viene classificato come un atto di edilizia libera. Di conseguenza, non dovete preoccuparvi, visto che non c’è bisogno di richiedere alcun tipo di autorizzazione. Attenzione, però, dal momento che tutti coloro che vivono all’interno di un condominio, dovranno chiaramente rispettare quanto previsto da parte del regolamento condominiale.

Le detrazioni fiscali

Non bisogna scordare, infine, come ci siano delle detrazioni fiscali per quanto riguarda l’installazione di una porta blindata. Installare una porta d’ingresso del genere permette di poter sfruttare il bonus 50% per quanto riguarda le ristrutturazioni. Gli ultimi modelli di porte blindate, infine, propongono versioni anche con la serratura elettronica.

CONDIVIDI