Materiali porte per interni, ecco quali sono quelli più diffusi

porte per interni

Sono in tanti, soprattutto in fase di ristrutturazione di un’abitazione, che devono scegliere le porte per interni e, proprio per tale ragione, si trovano in grande difficoltà per via dell’elevato numero di materiali che vengono proposti commercio.

Tra le principali differenze tra i vari modelli di porte per interni che si trovano sul mercato, oltre alla forma e alle dimensioni, troviamo sicuramente anche i materiali con cui vengono realizzati. Le porte per interni, ad esempio, si suddividono in varie categorie, proprio in base al tipo di materiale che viene impiegato in fase di costruzione. Per questo motivo, troviamo porte in legno, porte in laminato, porte in laminatino, porte in MDF, porte laccate e porte impiallicciate, senza dimenticare ovviamente anche le porte in vetro.

Le porte in legno sono sicuramente tra i modelli maggiormente diffusi e apprezzati. Il legno ha sempre un grande e innegabile fascino dal punto di vista estetico. inoltre, è in grado di offrire un elevato livello di resistenza e di robustezza nei confronti dell’usura e del passare del tempo. Le porte in legno più diffuse sono quelle in legno massello, che viene ottenuto direttamente dal tronco dell’albero, in legno tamburato, in cui solo il telaio della porta è realizzato in legno massello, in legno listellare, con un pannello che è formato da una parte centrale listellare di legno massello, lamellare, in cui cambiano solo le dimensioni in confronto ai vari modelli realizzati in legno massello.

Per quanto riguarda le porte laccate, invece, è interessante notare come siano realizzate con un pannello in fibre di legno verniciato. La laccatura può essere proposta in varie modalità visto che può essere lucida, opaca oppure metallizzata: è esattamente questa la ragione per cui è possibile proporla in un gran numero di versioni e colorazioni differenti. Dal punto di vista della struttura, questi modelli si differenziano in relazione alla tipologia di lavorazione del legno, ovvero massello, listellare oppure tamburato.

Infine, troviamo le porte in MDF: si tratta di un materiale formato da un pannello di fibra a densità media. In poche parole, è un materiale ottenuto dal legno, che si caratterizza per essere formato da delle fibre di legno che sono oggetto di uno specifico trattamento a secco a base di un impasto di formaldeide. Si tratta certamente di uno dei materiali maggiormente versatili. Da non dimenticare anche le porte impiallicciate, che sono caratterizzate dalla presenza di pannelli realizzati da legname di differente tipologia, rivestito con un tranciato di legno poco spesso, che viene chiamato piallaccio.