Porte rasomuro, scopriamo quando sono una scelta vincente

porte rasomuro

Tra le principali caratteristiche delle porte rasomuro troviamo indubbiamente il fatto di non avere degli stipiti, così come è da rimarcare anche l’assenza delle cornici coprifilo. Per questa ragione, questo tipo di porte si “camuffano” con la parte diventando praticamente una cosa sola, ma c’è anche la possibilità di portarle al centro dell’attenzione.

Porte rasomuro, scelta azzeccata per chi vuole una parete scenografica

Questa particolare categoria di porte, che viene chiamata anche a filo muro, si può considerare come la scelta più azzeccata per tutti coloro che hanno intenzione di realizzare, all’interno della propria abitazione, una parete scenografica. Non è un caso, infatti, che le porte filomuro riescono ad integrarsi alla perfezione con la parete presente.

Tinteggiatura senza problemi

Uno dei vantaggi di queste porte è, senza ombra di dubbio, quello di poter essere tinteggiate senza problemi, così si possono ricoprire anche con una carta da parati, della fantasia chiaramente che si preferisce.

Quante finiture diverse

In commercio si possono trovare davvero tantissimi modelli di porte filo muro, che si contraddistinguono per avere delle finiture molto differenti. Infatti, si possono creare contrasti o corrispondenze tra la parete e il serramento, in maniera tale da ottenere un risultato finale che si avvicina all’idea estetica che si ha in mente per quel determinato spazio della propria abitazione.

Installate allo stato grezzo

Interessante notare come le porte rasomuro possano essere anche installare allo stato grezzo, oppure con una rifinitura in cementite, anche se si può optare pure per una laccatura opaca o lucida. Chiaramente, si possono scegliere anche totalmente in legno, ma le possibilità di personalizzazione sono veramente tante, visto che si possono inserire pure degli elementi in vetro.

I colori più richiesti

Tra le tinte su cui si punta maggiormente troviamo certamente il bianco. Infatti, soprattutto in quegli appartamenti in cui il colore dominante è il total white, non può mancare una porta rasomuro realizzata in legno laccato bianco. Una soluzione che sta prendendo sempre più piede anche in un gran numero di aziende e di uffici.

Tinte personalizzate e carta da parati

Ovviamente, c’è anche un’opzione ancora più libera da ogni compromesso, ed è quella di scegliere un colore personalizzato. Ovviamente, si dovrà puntare su una tinta che abbia un legame con il design dell’arredamento della propria casa. altrimenti, spesso si opta pure per il rivestimento della porta con della carta da parati.

CONDIVIDI